Ryanair nel caos, “perde” piloti. O’Leary: 400mila passeggeri a terra. Ecco la lista dei voli cancellati


ROMA – Per una errata valutazione dei riposi che spettano ai piloti, ma soprattutto per una fuga senza precedenti dei comandanti, Ryanair dovrà tagliare fino a 50 voli al giorno per sei settimane. Le cancellazioni coinvolgeranno circa 400 mila passeggeri, come ha spiegato il ceo della low cost irlandese Michael O’Leary. Che stima un monte richieste di rimborso che potrebbero toccare quota 35 milioni di euro.

· TUTTI I VOLI CANCELLATI DAL 18 SETTEMBRE AL 28 OTTOBRE

Nel corso di una conference call con gli analisti, il numero uno della compagnia ha cercato di tamponare le falle spiegando che “non c’è una carenza di piloti” e annunciando un “bonus fedeltà”, in modo da non farli “scappare via”. Ma la frittata è fatta e i disagi sono in arrivo: entro oggi saranno rese note tutte le cancellazioni dei voli da qui a ottobre che secondo Kenny Jacobs, braccio destro di O’Leary, ammonterebbero solo al 2% del totale dei 2.500 voli quotidiani. A Dublino il titolo della compagnia ha perso l’1,9%.

· 17 I VOLI CANCELLATI DA E PER L’ITALIA DI MARTEDÌ 19 SETTEMBRE

L’istrionico capo di Ryanair ha poi tuonato contro i concorrenti, rei di aver privato la low cost irlandese delle ambite braccia dei piloti di linea che evidentemente cercano nuovi datori di lavoro che offrano condizioni migliori. Nel mirino Lufthansa e Iag, che andrebbero a caccia dei piloti. Attacco molto duro anche nei confronti della low cost Norwegian, che sta drenando comandanti dalle cabine di…