Roma choc, nuova violenza, stuprata a Villa Borghese: trovata nuda legata


Una donna tedesca di 57 anni è stata violentata e poi legata e imbavagliata la notte scorsa a Villa Borghese. A dare l’allarme è stato un tassista che, intorno all’una transitando nel parco, in viale Washington, ha visto la donna legata, con nodi ai polsi e alle caviglie e con un fazzoletto in bocca che le impediva di urlare.

(LEGGI ANCHE: Violenza a Roma, il racconto choc della tedesca: «Legata per non farmi scappare e stuprata»)

L’uomo si è fermato, l’ha slegata e ha dato l’allarme alla polizia. Sul posto sono giunte una volante del commissariato Villa Glori e la polizia scientifica. La donna, in stato evidente di choc, è stata poi portata in ospedale dove i medici avrebbero riscontrato i segni di una violenza sessuale.

«Mi ha afferrato per i capelli, picchiato e violentato. A un certo punto sono riuscita a scappare, ma lui mi ha raggiunto, mi ha legato i polsi per non farmi muovere e sono continuati gli abusi». È quanto avrebbe raccontato, sotto shock, la cittadina tedesca.
 

La Procura ha aperto subito un fascicolo di indagine per violenza sessuale. L’inchiesta, coordinata dal pm Vittorio Pilla, è contro ignoti. Nelle prossime ore il magistrato riceverà un prima informativa. 

Secondo quanto si è appreso, la donna, che ha riferito di essere in Italia da 6 mesi, sarebbe stata aggredita e violentata poco distante dal luogo dove è stata trovata legata. I poliziotti, infatti, hanno rinvenuto nei pressi i suoi abiti e i suoi indumenti intimi. La donna ha…