Recensione Fitness Tracker Mpow, il rivale della Xiaomi Mi Band 2


Recensione Fitness Tracker Mpow, minimale ed elegante, finalmente esiste una valida alternativa a Xiaomi Mi Band 2.

E’ inutile negarlo, quando si parla di fitness tracker economici Xiaomi Mi Band 2 vanta un posto di primo piano. Oggi, però, c’è l’alternativa, molto più facile da reperire, perfino su Amazon Italia, ed è il bracciale smart Mpow. Costa quanto il rivale cinese, ha un’ottima estetica, ed anche armi in più come abbiamo potuto constatare durante la nostra recensione

Il Fitness Tracker Mpow ha dalla sua l’estetica. Davvero sottile e leggero, non lo si sente al polso, è comodo da indossare, anche 24 ore su 24. Dispone di un piccolo display OLED, che si stende in verticale ( benché sia possibile selezionare anche un orientamento della UI in orizzontale), leggibile in qualsiasi condizioni di luce, anche all’aperto. Questo permette, semplicemente con la rotazione del polso, di poter leggere orario e data, mentre il pulsante a sfioramento posto sulla parte bassa consente l’accesso a tutte le altre informazioni: passi, battiti del cuore, km percorso e calorie bruciate. Con una lunga pressione dello stesso tasto, invece, si avvia una sessione di corsa. Questo vuol dire che l’utente potrà tenere traccia di tutti i dati registrati, anche solo in riferimento ad un singolo allenamento.

Recensione Fitness Tracker Mpow

Dal punto di vista del funzionamento Fitness Tracker Mpow non sembra sbagliare un colpo. Lo abbiamo messo a confronto con bracciali e orologi più…