prime impressioni sul PvP (Crogiolo)


Come potreste aver sentito, in questi giorni, è uscito un certo gioco chiamato Destiny 2, il cui sottotitolo ufficioso è “spero ti sia goduto la tua vita sociale, ragazzo, perché ora è finita“. Dopo aver approfondito alcuni aspetti legati alla struttura narrativa del gioco, ed enumerato un buon numero di ragioni per cui anche neofiti o detrattori del primo capitolo dovrebbero considerare l’acquisto di Destiny 2, è ora giunto il momento di spendere qualche parola su una componente secondaria, ma non meno rilevante, del bagaglio ludico del nuovo shooter di Bungie, ovvero il PVP. Il Crogiolo è aperto, gente, e Lord Shaxx ha già declinato una lista tutta nuova di commenti motivazionali: quindi… beh, è tempo di menar le mani.

Piccoli omicidi tra amici

Il caro vecchio – e immancabilmente corneiforme – Lord Shaxx sarà uno dei primi guardiani a raggiungere il Rifugio, un ritorno che, come prevedibile, segnerà uno nuovo inizio per le attività ludico-gladiatorie dei giocatori. Una volta che avrete scambiato due chiacchiere con il signore del Crogiolo, la vostra lista delle Pietre Miliari sarà aggiornata con una nuova sfida che vi chiederà di affrontare un paio di match “amichevoli” nella playlist Partita Veloce, che comprende tre modalità di gioco (Scontro, Supremazia, Controllo) e otto mappe.

Se Scontro è un classico deathmatch a squadre, dove ad aggiudicarsi la vittoria sarà il primo team con 75 uccisioni all’attivo, in Supremazia le cose si fanno leggermente…