Omicidio in via Boezio, ucciso a coltellate: arrestato coinquilino – Cronaca


Milano, 23 settembre 2017 –  Notte di sangue a Milano. Fabio Accorsi, 45 anni, è stato ucciso a coltellate in uno stabile di viale Boezio a Milano. Gli agenti della Questura hanno arrestato nelle vicinanze un suo coinquilino di 26 anni, Valentino Calasso, che ha confessato il delitto. Accorsi era stato portato all’ospedale Sacco in condizioni disperate ma è morto a causa delle numerose ferite riportate. 

L’arrestato, italiano, padre di famiglia, fa l’allestitore di stand, condivideva l’appartamento con altre persone per dividere le spese. All’origine dell’aggresisone ci sarebbe – secondo quanto riferito dal 26enne – una lite nata perché Calasso era in ritardo con i pagamenti per una cifra di 400 euro

La vittima avrebbe chiesto con insistenza il saldo della cifra relativa all’affitto del mese di agosto che Calasso si rifiutava di pagare perché aveva trascorso il periodo in vacanza in Puglia, dove ha moglie e un figlio. Le pressioni sarebbero andate avanti per diversi giorni e ieri, attorno alle 23 e 30, i due hanno litigato nuovamente. A quel punto Calasso, fisicamente più piccolo, ha preso il coltello appoggiato sul tavolo e ha colpito più volte il 45enne all’addome e di striscio anche al collo.

L’assassino si è allontanato di circa 5-600 metri, dove è stato arrestato attorno alla mezzanotte dalla polizia. Era ancora sporco di sangue, subito dopo l’omicidio ha telefonato alla moglie per raccontarle quanto era accaduto. Durante il…