prestazioni, batteria, stabilit. Test e prove iniziali


Non ci sono pause nel mondo Apple e dalla presentazione alle prove prime e agli attesi test su prestazioni, batteria e stabilità di iPhone X il passo è breve. L’edizione speciale dello smartphone della mela morsicata sarà disponibile dal 3 novembre in due versioni, da 64 e da 256 GB, in parziale discontinuità con quanto realizzato fino a questo momento. Apple ha introdotto importanti novità oltre al design in cui spiccano il ritorno al vetro nella parte posteriore, la presenza di un pannello tutto schermo e l’addio al tasto Home. Sul palco dello Steve Jobs Theater, Tim Cook ha parlato di smartphone del futuro per un prodotto del presente. Chi ha avuto modo di impugnare il nuovo device parla di coraggio da parte della Mela, che porta a un primo vero passo verso il cambiamento e l’innovazione dopo anni di piccoli passi.

iPhone X: prestazioni, batteria, stabilità


Chi è abituato al tasto fisico avrà dunque bisogno di un po’ di tempo prima di abituarsi. Le gesture sostituiscono le funzioni, a iniziare dallo swipe verso l’alto per tornare alla schermata iniziale. Pollice in su per il display HDR all-screen da 5,8 pollici con colori vivaci e dettagli taglienti. Apple ha fatto salire a bordo quello che definisce il Super Retina HD con risoluzione pari a 2.436 × 1.125 pixel a 458 ppi. Restano da testare alcuni elementi base, come la doppia fotocamera nell’iPhone X, comunque senza sostanziali differenze rispetto a quella dell’iPhone 8 Plus (doppia…