Cocaina in centro a Belluno, chiesti 13 anni per due albanesi – Cronaca


BELLUNO. Coca e marijuana in città. A chili. Nel lungo rito abbreviato, il pubblico ministero Sartorello ha chiesto sei anni e otto mesi di condanna per Besjan Jella e sei anni e quattro mesi per Fredjan Turja per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. I due cugini albanesi erano stati arrestati dai carabinieri della Compagnia di Belluno nel giugno dell’anno scorso e rinchiusi nelle carceri di Treviso e Pordenone (in un secondo momento Vicenza). Jella, 32 anni, è difeso dai trevigiani Serpico e Crea e risulta residente a Gaiarine; Turja , 27 anni ha scelto il bellunese Giorgio Gasperin e il pordenonese Magaraci e vive abitualmente a Brugnera di Pordenone. I difensori puntano all’assoluzione, intanto il giudice per le udienze preliminari Scolozzi ha rinviato per repliche a martedì prossimo, quando ci sarà anche la sentenza.

Nello stesso filone d’inchiesta, c’erano altri due indagati, ma con posizioni più leggere, che compravano e rivendevano: Mauro Girardo ha patteggiato un anno e quattro mesi, difeso da Montoneri, mentre Roberto Dal Borgo sarà processato con il rito ordinario, a partire dal 6 giugno dell’anno prossimo. Jella e Turja sono accusati di aver detenuto, trasportato e spacciato diversi etti di droga al mese, tra dicembre 2014 e giugno 2016. Secondo la procura della Repubblica, vendevano dosi di coca a un prezzo che andava dai 60 agli 80 euro al…