Bambina di 20 mesi punta da una siringa in spiaggia – Cronaca



TIRRENIA. Una bimba che ha da poco iniziato a camminare, un secchiello, le formine. È un’immagine ricorrente, una di quelle per cui fermiamo il passo mentre passeggiamo sulla spiaggia, mentre ci rilassiamo ascoltando il rumore delle onde, e ci sorprendiamo inondati di meraviglia. Quell’immagine per una mamma e un babbo pisani da sabato sono l’inizio di un incubo che durerà almeno per i prossimi sei mesi. Una bambina di 20 mesi è stata punta da un ago sulla battigia poco dopo le sette di sera in riva al mare all’altezza del bagno Rosa a Tirrenia.


A raccontare la storia è la madre: “Verso le 19 mi trovavo in riva al mare davanti al bagno Rosa a fare il bagno insieme a mia figlia di 20 mesi, al padre della bambina e mio compagno, e mia sorella. Uscendo dall’acqua la bambina ha fatto un metro sulla battigia verso la spiaggia per andare a prendere il secchiello che si trovava proprio davanti a noi ed abbiamo notato che improvvisamente ha tirato su un piedino infastidita ed ha iniziato a scuoterlo: aveva attaccato alla pianta del piede sinistro qualcosa, ma non riuscivamo a capire cosa fosse. Poi abbiamo capito, era uno degli aghi spesso utilizzati per le iniezioni di insulina”


Non c’è stato tempo di pensare. I genitori e la piccolola sono subito corsi in pronto soccorso a Cisanello. “Ci hanno dato la conferma del pediatra del pronto soccorso”. “Mia figlia – continua la…