Il camion si rovescia, muore come il padre  – Cronaca



FORNI AVOLTRI. Perde il controllo del camioncino mentre affronta un tratto in salita, il veicolo comincia la sua picchiata all’indietro e, dopo aver ripetutamente sbattuto sul pendio roccioso a lato della strada corazzata, si rovescia su un fianco, schiacciandolo mortalmente. Un incidente assurdo quello che venerdì mattina è costato la vita a Michele Costantini, 39 anni di Tricesimo. E drammaticamente simile a quello che il 17 settembre 2012 costò la vita al padre Cosma.

L’uomo stava scendendo a valle dopo essere partito da malga Tuglia (1600 metri di quota), la struttura gestita dalla famiglia di Michele Zanetti, l’amico che andava spesso a trovare per trascorrere in compagnia qualche periodo di vacanza.

Venerdì mattina, raccontano alla malga, Costantini era partito verso il fondovalle con un camioncino Iveco con cassettone, adibito al trasporto animali. «Mi sono alzata tardi, verso le 9 – racconta ancora incredula la mamma del gestore della malga – perché stavo a letto con il mio nipotino di soli 3 anni». Quando la signora si era alzata, Costantini era già partito. «Più tardi mio figlio Michele, non ricevendo alcuna sua notizia, ha provato a contattarlo tramite il cellulare, ma senza ricevere risposta».


Così Zanetti, assieme a un’altra persona, poco prima di mezzogiorno ha…