Huawei si espande nei pc


Dopo il lancio del nuovo smartphone top e aver rinnovato la gamma dei propri tablet Android, Huawei entra con maggior decisione anche nel mercato dei personal computer basati su chip Intel e sistema operativo Windows di Microsoft. Coerente con il proprio posizionamento nei dispositivi di fascia alta, Huawei ha lanciato ben tre dispositivi: il MateBook X, il MateBook E e il MateBook D. Un’espansione dal pc convertible 2in1 lanciato lo scorso anno, e che evidenzia la volontà della società di porsi come un produttore capace di comprire su scala globale l’intera gamma di dispositivi mobili, dagli orologi intelligenti sino a smartphone, tablet e pc. Il MateBook X si presenta come un ultra portatile più piccolo di un fogli A4 ed estremamente sottile, ma non per questo caratterizzato dalle limitazioni tipiche dei dispositivi di questa classe, spesso dotati dei processori Intel Celeron o Core M che compromettono pesantemente le prestazioni di un sistema operativo poco efficiente come Windows 10. Nonostante le dimensioni il MateBook X ha un display da 13 pollici che copre quasi interamente le dimensioni complessive, un elegante e filiforme telaio in alluminio con uno spessore di appena 12,5 millimetri e un peso di 1,05 chilogrammi nonostante un potente processore Intel Core i7 privo di ventola per il raffreddamento. Un risultato grazie a uno speciale materiale di derivazione aerospaziale in grado di catturare e quindi rilasciare lentamente il calore generato. Prestazioni…